Scopri le cure termali a Salsomaggiore in convenzione col Servizio Sanitario Nazionale: link al sito

Fanghi termali per il mal di schiena

fanghi termali

Dopo i 30 può capitare di soffrire di mal di schiena. Il calore, si sa, è un rimedio basilare per lenire questo tipo di dolori, lo stesso calore che utilizziamo anche alle Terme di Salsomaggiore per potenziare l’effetto delle acque salsobromoiodiche.

Le cause del mal di schiena

Spesso le cause del mal di schiena sono banali e dipendenti da strappi muscolari, freddo e altri incidenti temporanei, ma altre volte questo disturbo segnala problematiche più serie. Una posizione non fisiologica della colonna vertebrale durante il lavoro, movimenti sbagliati e ripetuti e la scorretta postura possono rendere il mal di schiena non episodico e anche cronico. I muscoli della schiena contratti provocano, infatti, danni alla colonna vertebrale quali:

  • Torcicollo
  • Mal di testa
  • Danni alle radici nervose
  • Formicolio, debolezza muscolare, gonfiore e sensazione di mani fredde

I fanghi termali contro il mal di schiena

I bagni termali in acqua salsobromoiodica a 37 gradi rappresentano la terapia basilare delle Terme di Salsomaggiore per contrastare il mal di schiena. Ma quando questi non bastano, è possibile “mettere il turbo” utilizzando la concentrazione di oligoelementi tipica dei fanghi termali.

Come si ottiene il fango termale

I fanghi termali sono estratti dagli stessi pozzi dell’acqua salsobromoiodica di Salsomaggiore. Per ottenere il fango utilizzato nelle cure presso lo stabilimento Zoja, il prodotto estratto è addizionato con argilla e lasciato maturare a lungo nell’acqua salsobromoiodica perché possa arricchirsi di tutti gli oligoelementi in essa contenuti.

fanghi per il mal di schiena
fanghi per il mal di schiena

Quando si usano i fanghi termali

Il fango termale è utilizzato come supporto alla balneoterapia e viene applicato alle zone da trattare. Il fango accentua l’efficacia analgesica ed antinfiammatoria dell’acqua e ne rafforza l’aspetto riabilitativo, ripristinando e migliorando la funzione motoria. Il ricorso al trattamento con fango termale è consigliato nelle artrosi, nei postumi di fratture, nelle periartriti e in tutte le alterazioni periarticolari evidenti.
Per concentrare l’efficacia, il fango viene applicato in zone limitate del corpo tutti i giorni o a giorni alterni a seconda della patologia da trattare. Il fango viene posto sulle zone interessate alla temperatura di 48-50° C per 10 – 15 minuti sempre abbinato al bagno salsoiodico.

Quando i fanghi non bastano

Presso lo stabilimento Zoja delle Terme di Salsomaggiore è presente un attrezzato centro di Idroterapia termale con piscina, palestra e il neonato RehabSalso, per tutti i casi in cui l’acqua termale non è sufficiente. Un percorso riabilitativo consapevole e un cambiamento dello stile di vita aiutano a non incorrere nuovamente negli stessi “dolori”.

2 Commenti
  • Baruzzo Donatella

    Rispondi

    Buongiorno,
    Avrei interesse di fare delle cure termali (Fanghi e vasche per la cura delle ossa in generale e schiena) nel vostro centro di Salso Maggiore con mia mamma e mio marito.

    – sarebbe la prima settimana di Ottobre: dal 30/9 al 06/10/24 per tre persone.

    Cosa devo fare per prenotare e sapere i costi ?

    Grazie per la vostra gentile offerta e risposta.

    Cordialmente
    Donatella Baruzzo

    • Stefano Soranzo

      Buogngiorno,

      può contattare direttamente la nostyra collega a r.salomoni@termest.it che le farà avrere offerta personalizzata

Lascia un commento